#

Scala Contarini del Bovolo

La Scala a chiocciola più imponente e pregevole di Venezia è una perfetta sintesi di stili diversi: rinascimentale (per l’utilizzo di alcuni elementi come i capitelli), gotico (per la tecnica costruttiva) e veneto-bizantina (per la forma). Nascosta in un labirinto di calli e canali, a due passi da Campo Manin, non lontano da RIALTO.

Fu commissionata da Pietro Contarini presumibilmente intorno alla fine del 1400 allo scopo di decorare la facciata dell’adiacente Palazzo di San Paternian di proprietà della famiglia veneziana. La realizzazione di quest’opera, consisteva principalmente in un atto di prestigio e mirava all’ulteriore crescita della popolarità della casata.

La creazione della scala ha avuto una risonanza tale da aver condotto la cittadinanza a coniare un soprannome per quel ramo della famiglia per la quale, da quel momento è stato usato l’appellativo Contarini del Bovolo (dalla forma particolare della scala “a guscio di lumaca” che in veneziano si dice appunto “bovolo”).

Collegata alla Scala del Bovolo vi è la Sala del Tintoretto, spazio espositivo di grande pregio custode di uno dei bozzetti preparatori del Paradiso di Palazzo Ducale, opera straordinaria del Tintoretto.

La Scala Contarini del Bovolo è parte della rete dei “Gioielli Nascosti di Venezia” assieme a: l’Oratorio dei Crociferi, il Complesso dell’Ospedaletto, la Chiesa delle Zitelle e la Chiesa delle Penitenti. https://www.youtube.com/watch?v=Z_Nf529Dx0s

 

Orari di apertura e biglietti: Tutti i Giorni dalle 10.00 alle 18.00 Giorni di chiusura: 1 Gennaio, 15 Agosto, 1 Novembre, 25 e 26 Dicembre.

La Biglietteria chiude 30 minuti prima della chiusura del museo.

 Prezzi: 7,oo€ Intero; 6,oo€ Ridotto: under 26, over 65, soci FAI

Gratuità: bambini fino a 12 anni, Guide Turistiche Autorizzate di Venezia, Residenti Comune di Venezia (con documento di riconoscimento e residenza).

Le gratuità devono essere acquisite alla biglietteria. Non possono essere prenotate.